La redazione            Prodotti Stampa             Prodotti Web                LOGIN                                                               
01/03/2015

Si è regolarmente svolta, nella giornata di ieri, la doppia iniziativa dell'Associazione Animalisti Italiani Onlus (AAI), in collaborazione con il Comune di Anguillara Sabazia. Nella mattinata ha avuto luogo la conferenza dal titolo “Sperimentazione e Macachi”, conferenza alla quale hanno partecipato illustri relatori quali il Prof. Bruno Fedi - Medico e chirurgo, docente di urologia, specialista in anatomia patologica, ginecologia, cancerologia, citologia, flebologia, bioetica; Walter Caporale - Presidente Associazione Animalisti Italiani Onlus; la Dottoressa Mariangela Ferrero - Psicologa dell'Asl di Pinerolo, esperta di rieducazione sociale dei macachi al centro C.R.A.S. di Bernezzo, Cuneo; Valeria Roni e Bruna Bonami – Consulenti scientifici della Le.A.L.; Fabrizia Pratesi - Presidente Equivita; Paolo Bernini - Deputato M5S; Michele Pezzone - Avvocato Animalisti Italiani Onlus; Florence Marchal - Crac Europe e infine Arturo Scialpi, dipendente del centro Enea che ha mosso motivate critiche alla gestione interna della struttura evidenziando una mancanza di trasparenza nei procedimenti. Non hanno invece partecipato il Prof. Roberto Caminiti – Ordinario di Fisiologia umana presso l’Università La Sapienza  e la Dott.ssa Gemma Perretta – responsabile scientifica del CNR, la quale ha però consegnato una lettera scritta che motiva la sua assenza. Nel pomeriggio si è poi avuto il presidio davanti al centro Enea Casaccia. Busto e Bernini, dopo il fallito tentativo del 22 gennaio scorso, sono riusciti stavolta ad entrare, verificando di persona che all’interno sono detenute 87 scimmie di cui 65 macachi. Numeri comunque distanti da quelli in possesso dell'AAI, che lamenta il fatto che in oltre 30 giorni (durante i quali non c'è stata alcuna comunicazione dal centro) «volendo sarebbe stato possibile “ripulire” e “riordinare”, nascondendo eventuali irregolarità». «In quel lasso di tempo sarebbero potute morire decine di primati, altri avrebbero potuto essere trasferiti, curati, fatti sparire - dichiara Walter Caporale, presidente dell'AAI - Il vaso di Pandora è stato scoperchiato e pian piano uscirà fuori tutto quello che al momento cercano di tacere».

Come ti senti dopo l'articolo?

Arrabbiato
Triste
Stupito
Allegro
Felice

Hai qualcosa da dire?

Attualità eventi

Nel territorio


  

 

 

Potrebbe interessarti

^ Top