La redazione            Prodotti Stampa             Prodotti Web               LOGIN                                                                          Per la tua pubblicità            Privacy policy    

Trenitalia sperimenta due nuovi treni tra Civitavecchia e Roma Ostiense

13/09/2018

Novità in vista per la tratta Civitavecchia - Roma e in particolar modo per i turisti che arrivano alla città portuale a bordo nave e da qui si dirigono verso la Capitale. A partire dal 15 ottobre, se tutto andrà bene, dovrebbe infatti partire un servizio dedicato proprio a loro. Dall'incontro, infatti che si è svolto lo scorso 30 agosto tra l'assessorato alla Mobilità della Regione Lazio e l'Osservatorio Generale dei Trasporti (che ha visto la partecipazione anche dei rappresentanti del Comitato pendolari Litoranea Roma Nord -Civitavecchia e del Comitato pendolari Civitavecchia - Santa Marinella) sono infatti state annunciate alcune novità. Tra questi la concessione da parte della Regione a Trenitalia (col supporto di Busitalia) l’autorizzazione ad un servizio a tariffa dedicata che si svolgerà in pullman tra il Porto e la stazione di Civitavecchia ed in treno tra qui e le stazioni di Roma S. Pietro e Roma Ostiense, nell’attesa del completamento della linea di congiunzione tra porto e stazione per il quale è prossima la firma di un accordo ad hoc che ne prevede l’attivazione entro il 2020.
Il servizio ferroviario dovrebbe essere effettuato (ma per la conferma bisognerà attendere probabilmente qualche altro giorno) in via sperimentale dal 15 ottobre all’8 dicembre mediante due coppie di treni Vivalto a 6 carrozze (con capienza cioè di 720 posti a sedere) in partenza da Civitavecchia alle 9.35 (8.30 nei festivi) ed alle 10.15, con arrivo ad Ostiense rispettivamente alle 10.27 (9.25) ed 11.20 e ritorno da Ostiense alle 15.37 e 16.30 ed arrivo a Civitavecchia alle 16.30 e 17.20.
Un servizio che sicuramente potrebbe portare dei benefici ai pendolari che quotidianamente affollano i treni della Fl5 per motivi di lavoro o di studio. Ovviamente, il tutto, se il nuovo servizio, andrà a rispettare determinati paletti, in primis, quello di non andare a interferire in alcun modo con quello del servizio regionale, in secondo luogo (solo per citare alcune delle condizioni più importante poste all'attenzione degli interlocutori) che le 12 carrozze e le due locomotive impegnate nel nuovo servizio non devono provocare riduzioni di composizioni né sulla FL5 né sulle altre relazioni regionali.
Riflettori puntati anche sulla bigliettazione che l'Osservatorio ha chiesto venga effettuata prevalentemente con canali alternativi (come ad esempio le prevendite e gli acquisti online). Ora, in attesa di avere ulteriori riscontri sull'attivazione del servizio, l'Osservatorio ha guardato al collegamento per turisti come al primo di una serie di provvedimenti da mettere a punto per cercare di collegare stabilmente il porto di Civitaecchia e Fiumicino, che dovrà essere seguito dalla costruzione dello sfiocco tra la Maccarese - Ponte Galeria e la FL1 e la ricostruzione della linea verso Fiumicino Città e Porto.
Con l’occasione, la Regione e l’ORT hanno anche convenuto di accelerare al massimo i tempi per la stipula del nuovo protocollo d’intesa. Anche in relazione a quanto previsto dal protocollo del 2015, la Regione ha inoltre comunicato che:
- è prevista nella prima settimana del mese di settembre l’istituzione di un tavolo permanente tra Regione, RFI e Trenitalia sulle criticità del servizio e sull’informazione al pubblico, argomenti sui quali l’Osservatorio continuerà a svolgere la propria opera di segnalazione;
- è prevista nell’immediato la creazione di un ufficio di scopo per il completamento della redazione del Piano Regionale dei Trasporti, della Mobilità e delle Logistica riguardo al quale viene previsto di incrementare, stabilizzandola, la frequenza della comunicazione con l’Osservatorio

Condividi con i tuoi amici

Come ti senti dopo l'articolo?

Come ti sento dopo l'articolo?

 

 

 

 

  

  

 

 

 

 

Potrebbe interessarti

^ Top