La redazione            Prodotti Stampa             Prodotti Web               LOGIN                                                                          Per la tua pubblicità            Privacy policy    
06/07/2018

E’ inziato il 28 giugno scorso il progetto “la scelta di Nik” finanziato dalla Fondazione Cariciv. Il nome prende spunto dalla storia di un famoso atleta, che dopo un brutto incidente a cavallo aveva deciso di non cavalcare più. Col tempo Nik aveva visto un miglioramento delle sue condizioni fisiche e aveva scelto di riprendere con delle piccole gare, fino a rientrare nel giro delle gare mondiali e riprendere a pieno l’agonismo all’età di 50 anni. La storia di Nik è sembrata un buon modello da presentare ai ragazzi a cui è rivolto il progetto: trovarsi di fronte ad interrogativi esistenziali e fare una scelta, cambiare la propria vita anche in situaizoni drammatiche. Gli incontri verranno fatti nel centro di equitazione di Cerveteri Equiconfor e sono destinati a 6 ragazzi molto giovani.

Si tratta di un percorso psicoterapico in cui si sfruttano le attività di equitazione come un contesto di stimolo per attivare e lavorare gli aspetti psicologici, quindi non si tratta di un intervento di riabilitazione equestre, ma di un intervento di tipo ludico addestrativo, ove si presterà particolare attenzione nel costruire una relazione adeguata uomo animale. , Di tipo prettamente terapeutico è il lavoro di gruppo che si fa in un secondo momento dove i ragazzi poi si confrontano insieme e si lavorerà su alcune dimensioni di problema comune, relative alle difficoltà di interazione sociale, e alla capacità di essere pronti nelle dinamiche interpersonali. Si è voluto sviluppare questo progetto innovativo in un’ottica quasi sperimentale, che può essere molto utile, per sviluppare un nuovo metodo di lavoro. Il 28 di giungo si è svolto il primo incontro, il 5 luglio un altro, con un numero più ristretto di ragazzi perché alcuni sono impegnati con gli esami. Da settembre inizierà l’attività sanitaria col gruppo completo di pazienti.

Come ti senti dopo l'articolo?

Arrabbiato
Triste
Stupito
Allegro
Felice

Hai qualcosa da dire? 

Come ti senti dopo l'articolo?

Come ti sento dopo l'articolo?

  Sei un medico o lavori nel campo della salute e  benessere? Contattaci!

Potrebbe interessarti

^ Top