La redazione            Prodotti Stampa             Prodotti Web               LOGIN                                                                          Per la tua pubblicità            Privacy policy    

Promettevano lavoro come segretarie, per poi farle prostituire in centri massaggi. Carabinieri arrestano 5 italiani

16/05/2018

Adescavano le loro vittime in internet, promettendo un posto di lavoro come segretarie ma poi al momento del colloquio lo scenario che si presentava di fronte a queste povere ragazze era ben diverso. Prostituirsi in centri massaggi “particolari” e non poco tra Roma e Pomezia.

Sono scattate dunque le manette per cinque persone, tra cui una donna, arrestate dai Carabinieri di Pomezia su ordine del GIP del Tribunale di Velletri e della Procura della Repubblica.

Cinque italiani a finire in manette, con l’accusa di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Due di loro sono detenuti nel carcere di Velletri, gli altri tre agli arresti domiciliari.

Condividi con i tuoi amici

Come ti senti dopo l'articolo?

Come ti sento dopo l'articolo?

 

 

 

 

  

  

 

 

 

 

Potrebbe interessarti

^ Top