La redazione            Prodotti Stampa             Prodotti Web               LOGIN                                                                          Per la tua pubblicità            Privacy policy    
18/01/2017

Continua il ciclo di appuntamenti off della Regione Lazio nei musei e nelle biblioteche del territorio, un calendario di sei incontri sulla letteratura breve, dalle short stories a cura di Rossella Milone alle liriche a cura di Valerio Magrelli, legati all’impegno dell’Assessorato alla Cultura e Politiche giovanili della Regione per la 15° edizione di Più Libri più Liberi, fiera della piccola e media editoria.

Domani mattina alle ore 10,30 presso la biblioteca di Tolfa (Polo Culturale, Largo XV marzo 1799) il poeta e saggista Valerio Magrelli incontra gli studenti del liceo classico Guglielmotti di Civitavecchia per una lezione di poesia che si articola in quattro sezioni: introduzione alla metrica italiana, racconto dei vari livelli di composizione, lavoro sulla traduzione e lettura collettiva dei poeti italiani. Collaborano all'iniziativa l'Assessorato alla cultura del Comune di Tolfa e l'Associazione Chirone. 

“E’ molto importante per il nostro territorio che un poeta della levatura di Valerio Magrelli abbia preso l’impegno di tenere lezioni di poesia nelle biblioteche del Lazio – dichiara Lidia Ravera assessore Cultura e Politiche giovanili della Regione Lazio. Le biblioteche sono la democrazia nella cultura. Nel Lazio sono 256. Noi le sosteniamo economicamente, da ultimo con un bando di 1,8 milioni rivolto anche a musei e archivi. E con i nuovi progetti del bando IO LEGGO sosteniamo per il 2017 trentadue iniziative di promozione e valorizzazione del libro e della lettura. L’anno scorso finanziando Cinema nelle biblioteche abbiamo usato questi avamposti di alfabetizzazione, come circuito di cinema indipendente per un totale di 80 proiezioni. Questo vuol dire tenere aperte le biblioteche anche di sera, attirare nuovo pubblico, promuovere i libri promuovendo il cinema di qualità. Insomma puntiamo a far diventare le biblioteche dei punti di riferimento per la popolazione. Case della cultura. Aperte, accoglienti, stimolanti”

Come ti senti dopo l'articolo?

Come ti sento dopo l'articolo?

 

 

^ Top